Al Presidente del Tribunale di Roma

Ill.mo Signor Presidente, con la presente ci permettiamo di porre nuovamente alla sua attenzione la gravità della nostra situazione finanziaria, che ben presto ci impedirà di poter proseguire nel nostro lavoro. Il pagamento dei nostri compensi è sempre stato critico, poiché le nostre competenze ci venivano effettivamente pagate dopo circa 2 anni dalla data del decreto di liquidazione da parte del Giudice o del Magistrato. Oggi questa dilazione non solo ha raggiunto e superato i tre anni, ma si è materialmente arrestata per mancanza di fondi. Dalla lettera della Legge Finanziaria e dei decreti collegati, si evince, inoltre, che non sono stati stanziati fondi per il saldo delle competenze maturate nello scorso anno 2008. La maggior parte di noi non riceve avvisi di liquidazione delle proprie notule dal marzo/aprile del 2008. I Periti, i Traduttori e gli Interpreti, non recepiscono compensi per il proprio lavoro da quasi un anno, e si tratta di prestazioni svolte anche tre o quattro anni prima. Rammentiamo alla S.V. Ill.ma che le tariffe sono ancora ferme al DPL 30 V 2002 che aggiornava l'importo della vacazione ad euro 8,15, pari ad euro 4,075 (lordi) ad ora, meno della metà del compenso del più umile e meno qualificato dei prestatori d'opera. Siamo certi che Ella vorrà interessarsi alla nostra situazione invitando gli Enti preposti allo stanziamento dei fondi necessari per il pagamento delle nostre parcelle,

Sponsor

La petizione è promossa dalla costituenda Associazione Periti del Tribunale di Roma.

Discussion

No comments yet.

join the discussion

Recent signatures

  • username

    cztkeugRussian Federation

    10 months ago
  • username

    Alberto MagniItaly

    5 years ago
  • username

    Mauro CaminitiItaly

    5 years ago
See more

Petition highlights

There are no highlights yet.