NO ALLA CEMENTIFICAZIONE DI COLLINA FLEMING ROMA

PARCO PUBBLICO VIA CITTA’ DI CASTELLO – COLLINA FLEMING LETTERA APPELLO AL SINDACO Egregio Sindaco, i cittadini di Collina Fleming avevano riposto molte speranze nella Sua più equilibrata visione dell’urbanistica romana per la realizzazione, nel popoloso quartiere Fleming, di un Parco Pubblico sull’ultima e unica area verde, destinata a Verde Pubblico in un quartiere al disotto degli standard ed alle prese col traffico caotico e l’aria inquinata. L’area, di circa un ettaro e mezzo, era destinata fino all’ultimo Piano Regolatore Generale e confermata dalla Variante delle Certezze a Verde Pubblico e tutelata da ben due vincoli paesaggistici e paesistici regionali che ne vietavano l’edificabilità. Il costruttore, proprietario di un’area nel Parco dell’Insugherata di circa 11 ettari propose al Comune, retto dal precedente Sindaco, di cedere detta area in cambio di una “compensazione”, stranamente, non su una delle tante sue aree edificabili a Roma, ma invece sull’area di gran pregio della Collina Fleming ai cui proprietari avrebbe ceduto parte della cubatura. Il Comune, nonostante nessun abitante avesse richiesto l’acquisizione degli 11 ettari, decise con delibera 46 del 2003 di concedere al costruttore una cubatura di circa 100.000 metri cubi, di cui 30.000 sulla Collina Fleming e 70.000 a Pietralata, in cambio di quegli ettari che in realtà già facevano parte di un parco regionale tutelato. Ricordiamo che la zona di Collina Fleming presenta elevatissimi tassi di inquinamento (la normativa europea consente un massimo di 35 superamenti annui della soglia di 50 microgrammi per metro cubo di polveri sottili: nel 2009 la centralina di Corso Francia ne ha già collezionati 54, il valore massimo riscontrato a Roma), elevata congestione di traffico e assenza di spazi verdi (gli standard urbanistici previsti per Roma stabiliscono per ogni abitante almeno 18 mq di verde pubblico mentre gli abitanti del Fleming ne sono praticamente privi) Gli abitanti La invitano a ritirare la delibera, affetta da varie illegittimità e sottoposta perciò ad un ricorso al TAR, ed a acquisire l’area della Collina per destinarla a Parco Pubblico sospendendo nel frattempo la Conferenza dei servizi che purtroppo sta andando avanti per dare attuazione a detta delibera. Roma, gennaio 2010

Links


Discussion

No comments yet.

join the discussion

Recent signatures

  • username

    gigvmvn, Brazil

    4 years ago
  • username

    Domenico Agresti, Belgium

    5 years ago
  • username

    Anna Grazia Pirro, Italy

    5 years ago
See more

Petition highlights

There are no highlights yet.